Luca e la sua “disabilandia”, dove la disabilità è solo un punto di partenza

"Disabilandia, il mondo che ti cambia" è l'autobiografia di Luca Mercuri. Affetto fin dalla nascita da Artrogriposi Multipla Congenita, Luca ha affrontato questa malattia rara con energia e ironia. Conosciamolo insieme!

Hockey, autoironia e forza d’animo: sono questi i punti fermi della vita di Luca Mercuri, artista, atleta e persona con disabilità. Luca è affetto da una malattia rara, l’Artrogriposi Multipla Congenita (di cui è il primo caso in Italia), che non permette la formazione del tessuto muscolare sin dalla nascita e che lo ha portato ad affrontare 43 operazioni nel corso dei suoi 44 anni.
Una condizione non facile, che Luca però affronta con serenità e consapevolezza, anche grazie all’affetto della sua famiglia e dei suoi amici: “Se la prendi male non vivi più, tu e chi ti sta intorno”, dice. E infatti, la vita di Luca è piena zeppa di esperienze positive e storie da raccontare.

Come ha fatto nel libro pubblicato a dicembre 2013 “Disabilandia, il mondo che ti cambia”, nato un po’ per scherzo da una serata in compagnia. È un’amica che suggerisce a Luca di raccontare le sue “avventure”, perché chi più di lui ha storie e aneddoti da descrivere? Così, tra una risata e un’altra, tra ricordi piacevoli e meno piacevoli, Luca dà vita alla sua autobiografia in un modo tutto suo, basato su autoironia e leggerezza, perché piangersi addosso non fa proprio parte del suo carattere.
Luca dice che scriverlo è stato “semplicissimo, perché è un’impronta di me, quel libro sono io”, tanto che anche la sua famiglia, che all’inizio era un po’ titubante su questo progetto, alla fine si è lasciata travolgere dalla sua forza e veridicità. E proprio la sua mamma appare sulla copertina del libro insieme a Luca a 15 mesi, con gambe e braccia ingessate. Il perché di questa foto sulla copertina? “Volevo solo ricordarmi com'ero da piccolo”, ci spiega  Luca che ha scelto uno dei pochi scatti che lo ritraggono nel periodo della sua infanzia.

Più di 700 copie vendute con la prima stampa e una ristampa (con Twins edizioni). In più, Luca e la sua casa editrice stanno lavorando a una versione e-book di Disabilandia e a un’agenda che ne riporti i passi più significativi. Niente male per un’opera prima! Tra i progetti di Luca c’è anche portare il libro “Disabilandia, il mondo che ti cambia” nelle scuole (al momento lo sta già presentando nelle librerie), per trasmettere tenacia e speranza ai giovani, per essere un esempio a cui ispirarsi.
Il talento di Luca si è fatto largo anche in altri ambiti artistici, come la pittura, con la riproduzione di tele d’autore con cui ha preso anche parte a numerose mostre. Ma non finisce qui: Luca sta già pensando di rimettersi all’opera per scrivere un nuovo libro sullo sport, per far conoscere la sua esperienza e ribadire a gran voce l’importanza che lo sport assume nella vita delle persone con disabilità.

Il suo sport preferito è l’hockey. “La mia passione è nata per gioco 10 anni fa, quando vidi per la prima volta questo sport fantastico che mi prese subito”. In brevissimo tempo, Luca si unisce alla squadra degli Skorpions Varese e le soddisfazioni non tardano ad arrivare: 5 scudetti vinti, 3 Coppe Italia, 2 Supercoppe italiane e una Champions.
Circa 7 mesi fa Luca ha fondato – insieme all fidanzata Marzia, l'amico e compagno di squadra Fabio, la sua ragazza Giada e il mister Carmine – una nuova società di wheelchair hockey nella provincia di Mantova: la Macron Warriors Viadana. “Non è stato facile trovare ragazzi da inserire nella squadra, ma piano piano stiamo riuscendo, con il nostro impegno e gran lavoro”, ci confessa Luca. Le difficoltà incontrate dal gruppo di amici in effetti non sono poche, sia in ambito sociale, che economico e istituzionale.
Aver fondato una squadra di wheelchair hockey (di cui cura anche l’ufficio stampa) non è solo la realizzazione di un sogno per Luca, ma vuole rappresentare un’opportunità per i ragazzi con disabilità di uscire dalle mura domestiche, praticare sport e fare nuove amicizie.
L’agenda dei Macron Warriors Viadana è fittissima di appuntamenti: dal 27 al 31 agosto saranno protagonisti, insieme ad altre 13 squadre di 8 nazioni, del Campionato Europeo che si svolgerà a Eindhoven, nei Paesi Bassi; mentre a ottobre ripartiranno con il Campionato Italiano dalla serie A2. E ancora, tra gli obiettivi a breve termine dei Macron Warriors c’è acquistare un pulmino per le lunghe trasferte. Insomma, un futuro pieno di progetti ambiziosi tutti da realizzare.

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?