Edoardo e la sua passione per la neve

Edoardo e la sua passione per la neve

È la mattina di Capodanno, il sole splende e illumina le bellissime cime delle Dolomiti trentine. Edoardo sta per affrontare una nuova grande sfida alla disabilità: i quattro passi del Sellaronda.

È la mattina di Capodanno, il sole splende e illumina le bellissime cime delle Dolomiti trentine. Edoardo sta per affrontare una nuova grande sfida: i quattro passi del Sellaronda. Si tratta di un percorso sciistico intorno al gruppo del Sella, gruppo montuoso delle Dolomiti. Edoardo è un bimbo di 10 anni con disabilità, cammina faticosamente, con i tutori e i bastoni, quasi sempre gira in sedia a rotelle, e ama sciare. Questa passione è cominciata un paio di anni prima quando mamma e papà hanno portato Edoardo sulle piste, aiutandosi con una speciale imbragatura che tiene il bambino saldo a loro durante la discesa. Il papà di Edoardo ha raccontato questa esperienza a Fondazione Ariel, che dal 2003 assiste le famiglie con bambini affetti da Paralisi cerebrale infantile e altre disabilità neuromotorie con attività che vanno dal supporto socio-assistenziale a quello psicologico, dall’orientamento alla formazione medica, psicologica e sociale.

Io e mia moglie abbiamo da sempre una forte passione per lo sci, perciò abbiamo pensato che sarebbe stato molto bello far sperimentare al nostro bimbo l’ebbrezza dell’aria fresca sulla faccia, il rumore della neve sotto gli sci, il bianco bagliore della neve che scorre via mentre si scende sulla pista. – racconta il papà di Edoardo – Per nostro figlio è stato amore a prima vista. Sciare riempie Edoardo di gioia e di vitalità, tanto che è stato proprio lui a chiederci di poter affrontare i quattro passi del Sellaronda, in una ‘maratona’ sciistica di ben sei ore." 

Questa testimonianza rispecchia lo spirito con cui è nata Fondazione Ariel, che crede in un mondo in cui le famiglie di bambini con disabilità possano essere serene, vitali e attive, integrate a pieno titolo nella società. Nei suoi anni di attività Ariel ha avuto modo di conoscere molti genitori di bambini con disabilità e ha potuto constatare come queste famiglie siano contraddistinte da qualità positive, come la tenacia e la voglia di superare gli ostacoli, ma anche da una caratteristica che rende loro la vita per certi aspetti più complicata: l’invisibilità. Per questo motivo è fondamentale far conoscere il mondo della disabilità anche a chi non è coinvolto in prima persona, perché ciò che non si conosce fa paura ed è fonte di pregiudizi e causa di emarginazione.

È nata così l’idea di realizzare un video che testimonia l’avventura sugli sci di Edoardo, caricato sul canale di Fondazione Ariel su Youtube.

 

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?