Progetto di Ricerca “Sinergie muscolari”. Progressi e primi risultati.

Progetto di Ricerca “Sinergie muscolari”. Progressi e primi risultati.

Aggiornamento sui primi sei mesi di attivazione del progetto di Ricerca sulle "Sinergie muscolari" promosso da Fondazione Ariel con l'obiettivo di migliorare le cure e l'assistenza dei piccoli pazienti colpiti da disabilità neuromotoria. Sostenuto con una campagna di Crowdfunding e con la “Serata Stellare per la Ricerca medico-scientifica” organizzata da Ariel il 24 settembre 2019 presso il Teatro Franco Parenti di Milano.

Procede a grandi passi la Ricerca di Fondazione Ariel sulle “Sinergie muscolari” per migliorare le cure e l'assistenza dei piccoli pazienti colpiti da disabilità neuromotoria, sviluppata in collaborazione con l’Istituto STIIMA del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), attraverso una convenzione siglata tra i due enti che permette al Prof. Portinaro e al suo team di sfruttare le metodologie messe a punto presso il laboratorio di analisi del movimento di STIIMA Lecco dall’ing. Alessandro Scano. Nei primi sei mesi di attività sono stati raggiunti risultati  considerevoli sia dal punto di vista della ricerca scientifica, sia per la pratica clinica, dove l’analisi del cammino rappresenta un importante esame diagnostico e di follow-up per i pazienti con malattie neuromuscolari.

Il concetto delle sinergie muscolari si basa sull’ipotesi che il sistema nervoso centrale, per meglio coordinare il movimento, non attivi singolarmente i muscoli, ma usi invece dei “pattern” di attivazione muscolare per regolare diversi muscoli deputati a svolgere attività simili. Lo studio di queste interazioni può offrire nuovi parametri di valutazione sui numerosi e molto variabili disturbi neuromotori del sistema muscolo-scheletrico dovuti alla Paralisi cerebrale infantile, offrendo preziose informazioni per un trattamento "personalizzato" di ciascun bambino colpito da disabilità neuromotoria. Lo studio di queste sinergie permetterà cioè di sfruttare le co-attivazioni muscolari, seppur patologiche, sia in ambito chirurgico per pianificare interventi “customizzati” per ciascun paziente, sia sul fronte della fisioterapia e riabilitazione.

 

 

Lo studio delle sinergie muscolari in età pediatrica permetterebbe, da un lato, di delineare dei "modelli" di sinergie muscolari standard di riferimento (repertori ottenuti con l’utilizzo di un elettromiografo EMG), che risulta dall’analisi delle sinergie muscolari di bambini sani e, dall’altro, di paragonare queste ultime alle attivazioni sinergiche riscontrabili in pazienti affetti da paralisi cerebrale infantile. L’obiettivo finale è ottenere un nuovo strumento per aiutare il bambino nella gestione della sua patologia, sfruttando le sue co-attivazioni muscolari e pianificando un intervento chirurgico “customizzato” che possa consentirgli la miglior ripresa post-operatoria, fisioterapia e riabilitazione.

Grazie alle importanti donazioni raccolte con la “Serata Stellare per la Ricerca medico-scientifica” organizzata da Ariel il 24 settembre 2019 presso il Teatro Franco Parenti di Milano e la campagna di Crowdfunding lanciata in questa occasione, è potuta iniziare l’attività presso il laboratorio di analisi del cammino allestito da Fondazione Ariel presso l’ospedale Humanitas. Il laboratorio, che già poteva contare su una pedana baropodometrica, una piattaforma di rilevamento di forze con telecamere ad infrarossi ed elettrodi di superficie, è stato notevolmente implementato: un potenziamento che ha permesso di facilitare il processo di acquisizione dei dati dai nostri piccoli pazienti, rendendolo più veloce e immediato. 

In questa prima fase, il nostro team - che vede coinvoilti, oltre al professor Nicola Portinaro (direttore scientifico Fondazione Ariel), Lorenzo Molinari Tosatti (direttore STIIMA-CNR), Alessandro Scano (ingegnere STIIMA-CNR), Marta Elisa Manunza (ingegnere CNR), il dottor Andrea Peccati e la dottoressa Benedetta Lepore - si è concentrato sull’analisi del cammino di un gruppo di bambini sani di età compresa tra 10 e 14 anni, ottenendo un database di circa 20 soggetti per i quali è in corso la creazione di curve EMG standard di sinergie da parte del team di ingegneri del CNR. Oltre a continuare con l’acquisizione dei dati per aumentare il pool di bambini sani, si è iniziato ad analizzare il cammino su bambini affetti da emiplegia. L’obiettivo è raccogliere i dati di 30 soggetti sani, almeno 10 soggetti emiplegici e 10 soggetti diplegici, su un gruppo di bambini di età compresa tra i 10 e i 14 anni, normopeso e normoaltezza, e con altri criteri di inclusione ed esclusione più specifici per quanto riguarda i pazienti con PCI. Maggiore è il campione, maggiore la probabilità che esso sia rappresentativo dell’intera popolazione. 

Al raggiungimento di un numero statisticamente significativo di soggetti emiplegici, il processo di analisi si concentrerà sui soggetti affetti da diplegia: questo ci permetterà di delineare la curva di sinergie muscolari per tre diverse tipologie di pazienti. 

Le tempistiche programmate prevedevano di completare la raccolta dati per i sani e gli emiplegici entro metà maggio/inizio giugno, per procedere all’analisi dei dati e allo sviluppo delle prime curve di sinergie per questi gruppi di pazienti. L’emergenza sanitaria in corso ha purtroppo costretto lo staff a fermarsi, sospendere l’attività e rimandare la fase successiva di deduzione e studio delle prime differenze tra le due tipologie di pazienti. Non appena il superamento dell'emergenza epidemiologica permetterà la riapertura del laboratorio riprenderà l'attività e con essa potremo ottenere i primi risultati in termini di comparazione tra le due popolazioni di pazienti.

Ciò nonostante la Ricerca in corso ha già avuto delle ricadute positive sul fonte della pratica clinica. Per alcuni pazienti è stato possibile confrontare i primissimi risultati dell’analisi del cammino con i dati clinici. 

Nell'attesa di potervi dare ulteriori aggiornamenti sulla ripresa dello studio in corsi, vi ringraziamo per il vostro sostegno!

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?