Unicredit Gift Matching Program 2016 a favore di Ariel

Anche quest'anno i dipendenti di UniCredit hanno sostenuto la nostra missione, con UniCredit Foundation che integrerà, fino a raddoppiare, le donazioni effettuate da gruppi di dipendenti. Il progetto sostenuto quest'anno è "Accoglimi", un intervento di sostegno dedicato ai nuovi genitori che affrontano la nascita di un figlio con disabilità neuromotorie.

Un aiuto e un sostegno ai genitori che si confrontano per la prima volta con la disabilità dei propri figli. E' dedicato a loro "Accoglimi", il progetto che Fondazione Ariel ha proposto all’interno del “Gift Matching Program”, il programma di solidarietà promosso dall’Unicredit Foundation per i suoi dipendenti ed ex dipendenti. 

Grande è stato il riscontro: quest'anno i dipendenti hanno donato complessivamente 1.760 Euro che verranno raddoppiati da Unicredit Foundation che verserà a favore dell'associazione una quota pari alla somma di tutte le donazioni registrate. Un grande grazie a tutti loro per questo prezioso sostegno che si rinnova e cresce di anno in anno!

Già nel 2015 dal Gift Matching Program erano arrivate donazione per .580 Euro che Unicredit ha poi integrato con una donazione in denaro di pari valore, facendo raggiungere la cifra complessiva di 3.060 Euro. Un grazie speciale ancora una volta ad Alberto Covin, il coordinatore del gruppo dei donatori, che ha creduto e crede nel nostro progetto e ha saputo trasmettere il nostro messaggio ai colleghi motivandoli a sostenere la nostra missione. Grazie a tutti vi abbiamo 
potuto realizzare "Un passo dopo l'altro", il percorso di approfondimento sulla fisioterapia dedicato ai genitori con bambini e ragazzi con disabilità.

E grazie a voi potremo dare vita nel 2017 al nuovo progetto “ACCOGLIMI” 

Con questo progetto intendiamo promuovere un gruppo di sostegno alla genitorialità nella prima infanzia (0-6 anni) per le famiglie che affrontano la nascita di un figlio con paralisi cerebrale e disabilità neuromotorie. Quando questo evento accade molte fantasie e aspettative genitoriali vengono disattese. Anche i sistemi familiari che sarebbero stati in grado di reagire e gestire in modo adeguato i normali cambiamenti del ciclo vitale, possono incontrare difficoltà. Gli equilibri e la progettualità di coppia vengono sconvolti alterati dall'evento, traumatico anziché gioioso, che scatena complessa reazioni nell’area della genitorialità, della coniugalità, dell’appartenenza alla rete più ampia delle famiglie di origine, sino ad arrivare alla comunità in cui si vive. Nella cura del neonato è spesso la dimensione sanitaria a essere preponderante: è necessario accertare una diagnosi e fornire le prime cure di un lungo percorso riabilitativo. Il gruppo di sostegno alla genitorialità nella prima infanzia vuole fornire un aiuto precoce ai genitori per il loro benessere psico-fisico, sostenendo la possibilità del piccolo di crescere in un contesto familiare supportivo, riducendo il rischio che i genitori sviluppino stress cronico o difficoltà emotive gravi.

Aiutati da un terapeuta i genitori potranno trovare accoglienza e un supporto per affrontare i sentimenti complessi di confusione, rifiuto, dolore, rabbia, disorientamento; grazie alla vicinanza e al sostegno reciproco verranno accompagnati nella difficile sfida dell’accettazione ed elaborazione della diagnosi del proprio piccolo, imparando a vedere i miglioramenti e le conquiste quotidiane e a rileggere la propria storia familiare e genitoriale in chiave positiva e resiliente.

Il progetto è articolato in otto incontri a cadenza mensile e verrà dedicato a 30 genitori, individuati in collaborazione con il reparto di neuro-ortopedia pediatrica di Humanitas e con i principali Centri di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale e i Sevizi di Neuropsichiatria infantile territoriali. Fondazione Ariel garantirà uno spazio di accudimento dei bambini con disabilità curato da operatori e volontari che verrà allestito con materiali per il gioco ed il relax dei piccoli, così da facilitare la partecipazione dei genitori agli incontri. Il costo totale da raggiungere per la realizzazione del progetto è di 5.000 euro.

Grazie per il supporto!

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?