Fondazione Ariel non si ferma. La lettera del professore Nicola Portinaro, nostro direttore medico-scientifico

Fondazione Ariel non si ferma. La lettera del professore Nicola Portinaro, nostro direttore medico-scientifico

La lettera e il saluto del nostro direttore medico-scientifico, il professor Nicola Portinaro, dedicata a tutte le famiglie e a tutti gli amici e i donatori che in questa fase così delicata e difficile sostengono le attività e i servizi di Fondazione Ariel.

Carissime Famiglie, cari Amici e Sostenitori di Ariel,

in questo momento così difficile per tutti, come Direttore scientifico di Ariel, ci tengo a mandarvi il mio saluto ed esprimervi la mia e nostra vicinanza. Vi scrivo per confermarvi che l’attività di Fondazione Ariel non si ferma, non si ferma la Ricerca e non si ferma anche la mia attività personale di medico attraverso le consulenze online.

Fondazione Ariel ha strutturato nuovi progetti per essere al fianco dei bambini e delle famiglie con disabilità: il servizio di counseling telefonico psicologico "Pronto, Ariel" con la dottoressa Carla Gaddi, "Giochi di Movimento" con i consigli video del fisioterapista Massimo Cozzaglio, "Yoga con Ariel" per fare streaming insieme al maestro Luca Pesacane e, in partenza dopo Pasqua, un percorso dedicato al Training autogeno con la dottoressa Silvia Punzi. Fondazione Ariel non si ferma e, come sempre, ascolta i bisogni delle famiglie attraverso il servizio di orientamento e counseling gratuito dedicato alle famiglie.

Anche io resto in ogni caso a vostra disposizione per ogni tipo di dubbio e di necessità che voi abbiate. Ho ritenuto troppo rischioso visitare e valutare i bambini durante l'emergenza Covid in corso presso l'ospedale, divenuto un centro di riferimento per questa patologia, ma sono disponibile attraverso i canali digitali. Sul fronte della Ricerca quest'anno nei mesi di lavoro che hanno preceduto questa emergenza sanitaria abbiamo fatto molti progressi nello studio sulle "Sinergie Muscolari": abbiamo attribuito una borsa di studio per un ricercatore dell'Università degli Studi di Milano; siamo riusciti a raccogliere dati sufficienti, anche se non ancora completi, per poter presentare dei risultati che verranno discussi in una tesi sperimentale di Ricerca a luglio. Questi risultati non solo sono originali e mai pubblicati nella letteratura scientifica ma anche molto promettenti per quello che concerne la comprensione di alcuni meccanismi normali e patologici delle attività muscolari degli arti inferiori. Questa comprensione ci permetterà con ragionevole ottimismo di poter prevedere soluzioni terapeutiche, chirurgiche e non solo, per il trattamento di bambini con patologie neuromotorie.

Ringrazio, infine, con tutto il cuore per la fiducia e per l’aiuto tutti i nostri sostenitori e donatori che da anni ci permettono di erogare servizi e garantire le nostre attività, nella speranza che abbiano modo e piacere di sostenerci anche in un frangente così delicato, che ci costringe a rivisitare la nostra operatività con nuovi progetti, intaccando anche una serie di azioni di raccolta fondi fondamentali per portare avanti la nostra missione. La vostra vicinanza e il vostro sostegno sono un supporto concreto a tante famiglie che affrontano la disabilità dei propri bambini e, allo stesso tempo, garantiscono un importante avanzamento nella scienza medica.

Vi abbraccio a distanza,

Nicola Portinaro

Direttore medico-scientifico di Fondazione Ariel

Seguici anche sui Social

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le nostre attività?